20.3 C
Milano
domenica, Agosto 1, 2021

Emiliano, prove generali per scalzare Draghi?

Michele Emiliano è il Governatore  tra i più conosciuti tra i suoi colleghi delle altre regioni, grazie alle numerose presenze televisive. L’indice di gradimento, al momento, è più alto  in altre regioni rispetto alla Puglia, quella da lui governata.

Recentemente  ha scritto al Ministro Speranza, ma, questa volta, ha usato quello che nella comunicazione viene definito linguaggio verbale e paraverbale. A prima vista la sua richiesta è stata questa: da lunedì prossimo la Puglia ha i requisiti per diventare zona arancione, ma nel paraverbale c’è tutta la sua paura: teme una rivolta sociale.

Il Governatore Emiliano ed il Ministro Speranza

Il Governatore Emiliano non ha un buon rapporto con i numeri. Probabilmente per quello che è stato il suo percorso scolastico. Lui proviene dal liceo classico ed ha studiato il greco ed il latino, prima di approdare a Giurisprudenza.

Stessa cosa per i suoi stessi collaboratori, per i quali la matematica e la statistica sembrano essere materie incomprensibili.

Prendiamo l’esempio dell’Assessore alla Sanità Luigi Lopalco: è un professore laureato in igiene, ma ha ricevuto l’imprimatur di virologo in quanto ha una grande esperienza non tanto sul virus, ma sugli effetti dei vaccini sui quali ha pubblicato articoli su riviste specializzate.

L’Assessore Lopalco ed il Governatore Emiliano

Le gaffe del Governatore Emiliano, negli ultimi anni sono state diverse, soprattutto quando, pur non avendo alcuna competenza specifica, ha avocato a sé gli assessorati alla Sanità e all’Agricoltura nei cinque anni precedenti questa amministrazione. E’ stato un disastro generale.

Michele Emiliano ha comunque delle elevate capacità. Sempre riguardo alla comunicazione, ha una buona postura, una buona prossemica, ottima e caratteristica capacità verbale ed è abile a riuscire a rendersi credibile, pur dicendo, un giorno, delle cose completamente diverse rispetto a quello precedente.

Se non fosse diventato Magistrato, sarebbe stato un ottimo commerciante ma, in fondo che differenza c’è tra un politico ed un venditore di stracci vecchi?

I numeri però sono un’altra cosa. Non mentono. E’ difficile far credere che uno più uno non faccia due. Eppure lui ci prova e riesce addirittura a creare dei dubbi nel proprio interlocutore

La crescita dei nuovi casi in Puglia, nella settimana (14-21 aprile), resta alto. Il tacco d’Italia è secondo solo alla Valle d’Aosta.

I dati elaborati dall’ing. Antonio Caramia esperto in statistica Covid

Il numero di nuovi casi per 100.000 abitanti nelle ultime 2 settimane (7-21 aprile) è quasi 500, cioè 250 ogni 100mila abitanti in una settimana. Sono dati (veri) di chi i numeri li elabora e li conosce, quelli dell’ingegnere Antonio Caramia, della cui collaborazione il nostro gruppo editoriale si avvale ed oramai è diventato punto di riferimento di importanti e noti colleghi.

Sono numeri che parlano chiaro: quelli della Puglia sono da zona rossa, anche peggiori guardando il grafico che risalta ancora più evidente e con un rosso scuro i dati delle province di Taranto e Bari, rispettivamente seconde dopo Prato e quarte dopo Napoli, in Italia con 302 e 263 nuovi casi settimanali ogni 100mila abitanti.

Se li analizziamo più attentamente, sono tra i peggiori in Europa. Eppure per il Governatore Emiliano sono da “Zona Arancione” e chiede il cambio di colore al Ministro Speranza ma, improvvisamente e da buon venditore, mette da parte i numeri e passa da una verità apparente a quella reale: “Dobbiamo farlo perché temo una rivolta sociale che non saprei come gestire”. Eccola la verità.

Tutto ad un tratto contagi, morti, posti occupati in sala di rianimazione e disponibili nei reparti ordinari, vengono messi da parte per la paura e viene usata un leitmotiv molto caro al Governatore “l’estate che verrà”.

I riferimenti alla bella stagione sono il suo cavallo di battaglia e sono quelli che i suoi fans prediligono: “la bella stagione ci porterà ad essere liberi, a divertirci, a tornare alla vita normale ma (cerca di crearsi una salvagente), attenti”, questa volta dopo le brutte figure dello scorso anno, quando invitava tutto il mondo a venire in Puglia, ad andare in discoteca, a sposarsi ecc., si mostra un po’ più prudente: “Le Vacanze facciamole in Puglia”. L’invito sottinteso a tutti gli abitanti del mondo a venire magari in questa regione. In pratica è cambiato il linguaggio rispetto allo scorso anno quando diceva: “La vacanza in Puglia: bella e sicura … Puglia meta più gettonata per le vacanze … Stiamo lavorando tanto e bene per attrarre tutti i turisti … In Puglia i costi sono tra i più bassi del mondo”

Ma tutta la verve autentica del Governatore pugliese viene fuori quando ha sempre qualcosa da insegnare a tutti, come ad esempio al Presidente del Consiglio: “Draghi dovrà imparare a fare il politico, scenda agli Inferi attraverso l’ascolto delle persone”

Che il Governatore Pugliese sogna di diventare il prossimo Premier italiano e scalzare Draghi? Tutto è possibile in Italia.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

22,126FansLike
2,879FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -

Ultimissime