4.4 C
Milano
martedì, Dicembre 6, 2022

A Roma il convegno “L’Eccellenza è donna”

in foto la Dott.ssa Cristina Di Silvio – Regional Director for the Capital City of Rome dello United States Foreign Trade Institute e relatrice del convegno

Roma – Il 30 giugno 2022, presso la Corte Suprema di Cassazione, l’Associazione “7 Colonne” e l’Associazione “Tutti Europa Ventitrenta”, grazie alla Dott.ssa Francesca Romana D’Antuono ed alla Dott.ssa Silvia Sticca, hanno organizzato un’importante conferenza intitolata “L’Eccellenza è donna. Storie di donne che aprono la strada verso il riequilibro di genere”.

Le donne ai vertici della società e l’esempio per le giovani generazioni. Valorizzare le eccellenze femminili diviene una necessità e un dovere per le società democratiche orientate a rivedere le proprie politiche economiche e sociali nel rispetto della sostenibilità ambientale e in funzione di un definitivo superamento del gender gap.

Obiettivo delle organizzatrici è quello di analizzare, studiare e far conoscere le eccellenze femminili italiane che si sono distinte nei loro campi favorendo, al contempo, la partecipazione sociale e la diffusione delle migliori pratiche ad altre donne, per riequilibrare un sistema sociale attualmente ricco di ostacoli strutturali per le imprese al femminile.

Quanto è importante la rappresentazione di genere e cosa possiamo fare per ampliare i diversi modelli di successo come collettività e come singole persone? Una domanda importante alla quale le organizzatrici della conferenza vogliono provare a dare una risposta analizzando e approfondendo alcune autorevoli realtà di eccellenza al femminile in Italia.

L’evento si strutturerà in diversi panel, con interventi di rappresentanti del mondo accademico, della giurisprudenza, della pubblica amministrazione, dell’economia, del giornalismo, della scienza e delle tecnologie, delle relazioni internazionali e si occuperà di discutere quali sono gli ostacoli strutturali all’emersione dei talenti femminili e cosa si può fare per superarli.  In adesione all’obiettivo 5 dell’Agenda ONU per lo sviluppo sostenibile “Raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze”, alla Risoluzione n. 1325 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite “Donne, Pace e sicurezza”, si intende promuovere il riconoscimento del ruolo attivo delle donne come “agenti di cambiamento”, in una prospettiva in cui le donne non appaiono più come “vittime” ma come risorsa essenziale nei processi di pace, negli interventi in aree di conflitto (missioni internazionali; mediazione e negoziazione; azione umanitaria; costruzione della pace), sia come leader ad ogni livello decisionale della vita pubblica.

Presenti autorevoli relatori: Dott.ssa Adelaide Amendola, Prof.ssa Paola Balducci, Dott.ssa Marica Caldarulo, Dott.ssa Ivana Vaccari, Dott.ssa Sveva Avveduto, Avv. Irma Conti, Dott.ssa Cristina Di Silvio, Dott.ssa Margherita Romanelli, Dott.ssa Elisa Ercoli, Dott.ssa Maria Ludovica Bottarelli, Dott.ssa Gaia Van Der Esch, Dott.ssa Annamaria Nassisi, Dott.ssa Sabrina Zuccalà, Dott.ssa Maria Pia Turiello, Dott.ssa Asmae Dacian, Dott.ssa Elisabetta Nistri, Generale A.M. Michele Scillia, Dott.ssa Solange Manfredi, Dott.ssa Dafne Carletti. Tra gli autorevoli partner che hanno aderito alla conferenza, con le relative rappresentanti, ritroviamo la Bocconi Business School, Differenza Donna, Women20 (official G20 engagement group focused on gender equity), G20 Empower, Donne in Vaticano, la Federazione italiana donne arti professioni e affari, l’European women’s lobby, Women in International Security, Tra le Donne, MovimentoBlu, l’Istituto Italiano per lo studio delle politiche ambientali e lo United States Foreign Trade Institute.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

22,126FansLike
3,597FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -

Ultimissime